By

Due smanazzate di troppo…

Notizie, Postgame

 

Si interrompe purtroppo la striscia positiva dell’MBA, nonostante su questa sconfitta ci sia ben poco da recriminare, viste da un lato la prestazione di livello e gli avversari – primi in classifica – assolutamente compatti e ben organizzati. Il Mirano Smanazzatori porta quindi a casa il risultato, ma con tanta fatica e soli due punti di scarto guadagnati all’ultimo secondo.

 

La partita, ospitata nella difficilmente raggiungibile palestra di Mirano, inizia quasi a senso unico, con un quintetto mirese che da un lato trova buone soluzioni offensive, e dall’altro difende sufficientemente bene da tenere gli avversari a distanza. Unico neo le incursioni del numero 10, che sul fondo riusciva a penetrare nonostante i nostri colossi, e che totalizza ben 9 punti nel primo quarto, a scapito delle insistenze per una maggior attenzione su quel fronte. Poco male: anche cos?, tiri da fuori (ben tre le triple) e appoggi nel pitturato garantiscono una supremazia che chiude il tempo 24 a 18 per gli ospiti.

Nel secondo quarto si inizia con uno stallo quasi imbarazzante da parte di entrambe le squadre, incapaci di segnare un singolo canestro neppure dopo 3 minuti di gioco. Complice in questo una condivisa fretta nel cercare le soluzioni offensive, unita a diverse palle perse. Successivamente, il Mirano inizia ad acquistare maggiore consapevolezza e conclude canestri importanti, mentre dall’altro lato della barricata, neppure alcuni cambi risolvono la situazione, ed ? sintomatico il fatto che i soli 7 punti segnati nel secondo quarto siano tutti di Salmaso, che peraltro concluder? la giornata con quella che forse ? stata la sua migliore prestazione (20 punti, di cui 4 triple, e 7 stoppate). Inoltre inizia a delinearsi una preoccupante situazione a livello di falli, con Radolovich gi? a 4 e Fedalto a 2, entrambi destinati a uscire prematuramente pi? avanti. Ad ogni modo si torna (figuratamente) negli spogliatoi sul pareggio, 31 a 31, e una partita tutta aperta.

Nella ripresa, l’MBA passa a uomo per dare maggiore intensit?, alla ricerca di una svolta. L’intento riesce, ma dall’altra parte l’attacco diventa sempre pi? difficoltoso a causa del pressing degli Smanazzatori, che rende difficile trovare soluzioni facili. Si sbagliano molti tiri e si perdono palloni preziosi, ma si riesce comunque a tenere testa. Rientra anche Radolovich ma nonostante gli 8 punti ? costretto a capitolare poco dopo di fronte al quinto fallo. Ma non ? un problema, perch? la squadra regge bene e chiude il quarto sotto solamente di 2 punti e ancora 10 minuti da giocare.

Nell’ultimo quarto le squadre sentono un po’ la tensione del momento, dato che la partita non sembrava prendere una direzione chiara. Da entrambe le parti si commettono molti falli, e si sbagliano anche diversi tiri liberi, che potevano rappresentare una manna dal cielo in un match destinato a decidersi per pochi punti.
Nelle battute finali, l’MBA riesce finalmente a passare in vantaggio grazie ai tiri liberi di Lazzarin, e si va 62 a 61 per gli ospiti. L’half court press applicato non riesce per? a impedire il jumper avversario – davvero un buon tiro – che va a canestro e riporta gli Smanazzatori in vantaggio di 1 punto, scatenando un provvidenziale timeout che permette di sfruttare appieno i secondi finali, ripartendo dalla met? campo, ma l’indecisione porta a perdere una palla pesantissima proprio quando non ce lo si poteva permettere, e il nonostante il “caloroso” invito dalla panchina, il fallo strategico arriva tardissimo. Troppo tardi per recuperare, il Mirano chiude il match 64 a 62.

Partita senz’altro emozionante, e anche se il risultato – per un soffio – non ? arrivato, l’MBA ha ancora una volta dimostrato sia solidit?, sia la possibilit? di giocarsela alla pari con qualsiasi squadra del torneo. Non resta che continuare su questa strada in vista dei playoff.
Prima di chiudere un doveroso ringraziamento al nostro nutrito pubblico, che ci ha seguito in questa impegnativa trasferta!

Tabellino: Salmaso 20, Lazzarin 16, Radolovich S. 11, Fedalto 10, Carraro G. 3, Radolovich E. 2

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *