By

Delle volte basta insistere sui punti giusti…

Notizie, Postgame

 

Nonostante il risultato della partita rispecchi le previsioni dei bookmaker, l’andamento non ? stato esattamente quello immaginato; in ogni caso questo non ha impedito all’MBA di portare a casa l’ennesima vittoria, nonostante i rischi corsi.

 

Qualche defezione dell’ultimo momento costringe a schierare l’infortunato Fedalto, e la formazione iniziale ? pi? o meno quella abituale. Il risultato ? un primo tempo a senso unico, in cui i Punto G, poco fortunati nel tiro da fuori, si affidano a penetrazioni spesso stoppate dai lunghi dell’MBA, e qualche contropiede di troppo peggiora la situazione. Alla fine, grazie anche ai 12 punti di Radolovich, il parziale di 33 a 15 ?sembra indicare una partita gi? chiusa.

Proprio per questo motivo, l’MBA tende forse a sottovalutare la partita e gli avversari, non tanto per lo schieramento, quanto per la scarsa reattivit? a rimbalzo e in difesa, unita a poca convinzione in attacco, e come per magia si inizia a subire la pressione dei Punto G, pi? motivati che mai dopo le due triple iniziali, e decisi in tutto e per tutto a non lasciare andare la partita. E’ cos? che, ritrovato anche il tiro dalla media, gli avversari recuperano punto su punto, contro un MBA quasi paralizzato, e neanche il cambio di modulo difensivo o qualche sostituzione aiuta a riprendere in mano la situazione. Si torna negli spogliatoi 45 a 43, un vantaggio risibile se confrontato alla situazione alla fine del primo tempo.

 

La maturit? di una squadra, tuttavia, si vede proprio nei momenti pi? difficili, e per fortuna l’MBA dimostra di essere cresciuta ancora una volta, tornando in campo con determinazione. Questo non basta per? a spegnere i Punto G, che ormai hanno preso confidenza e maggiore consapevolezza dei propri mezzi. Nonostante la difesa aggressiva infatti, riescono a segnare e restare sempre in partita, anzi tenendo l’MBA sotto di 1 o 2 punti, rischiando di trasformare quella che sulla carta si era presentata come una partita “amministrabile” in una triste avventura. Canestro dopo canestro, lo stallo persiste e ci si presenta all’ultimo tempo 62 pari, con una partita, ancora una volta, tutta da giocare.

Fortunatamente, l’MBA non molla e persevera con il suo buon gioco, ma i Punto G davvero non ne vogliono sapere di tornare a casa a bocca asciutta, tanto che il ping pong si protrae a lungo, e a meno di 5 minuti la squadra di casa si trova a -3, rischiando di buttare via la partita. Per fortuna, col passare dei minuti i Punto G iniziano a subire la stanchezza e anche le migliori qualit? tecniche degli avversari, arrischiandosi in troppe entrate sfortunate e provando soluzioni affrettate, avventate, che difficilmente portano risultato. Grazie anche ai parecchi falli subiti (che hanno mandato pi? volte in lunetta Lazzarin, 19 punti), l’MBA agguanta gli avversari e inizia a portarsi avanti progressivamente, punto dopo punto, fino ad arrivare ad un glorioso ed inaspettato 82 a 72.

Ora mancano solo i Black Soul per chiudere la regular season, con una partita in realt? abbastanza ininfluente, ma che non per questo va giocata con superficialit?.

Tabellino: Radolovich S. 19, Lazzarin 19, Fedalto 17, Salmaso 8, Cazzuffi 7, Ratto 5, Frison 4, Carraro A. 2, Mazzonetto 1.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *