By

Per un soffio

Notizie, Postgame

C’è mancato davvero poco che l’MBA raggiungesse il primo successo stagionale, proprio contro la nuova arrivata, il Fever Marocco: una partita tenuta in mano e lasciata andare sul finale, come da peggiore tradizione mirese.

L’MBA si presenta al primo appuntamento in casa con grande voglia di rivalsa, dopo la batosta subita dai Precari. Il Fever si dimostra subito ostico per questioni di altezza: la media è decisamente superiore a quella degli avversari, e le torri si fanno infatti subito notare dimostrando anche tecnica e mettendo in difficoltà la formazione casalinga.
Nonostante la debolezza in area, il Mira riesce comunque a reggere il passo, con qualche buono scambio che permette dei piazzati balisticamente fortunati e un paio di contropiedi – vista la superiore velocità – che portano a subire anche qualche fallo.
La prima fazione si chiude 19 a 18 per l’MBA.

Nel secondo tempo il Mira continua a mostrare una marcia in più, difendendo bene sui lunghi, recuperando palloni e facendo anche qualche contropiede. Il tabellino di conseguenza è più distribuito, fattore che dimostra come la squadra giri meglio rispetto alle ultime esperienze, anche se è da segnalare ancora una volta un ottimo Fedalto, particolarmente in forma, che imperversa un po’ ovunque chiudendo la partita con 22 punti.
Il Fever dimostra di avere un buon tiro, ma in generale fatica a tenere il passo avversario e il parziale è di 18 a 12 (sebbene il massimo vantaggio fosse anche di 12 punti durante il quarto), e si torna negli spogliatoi 37 a 30 per il Mira.

Nella ripresa il Fever inizia a mostrare di avere maggior costanza agonistica, e mentre i lunghi distribuiscono bene al centro, la squadra si muove bene e realizza meglio del Mira, un po’ in confusione in alcuni momenti. Un paio di triple tengono la partita in mano della squadra di casa, sebbene si sciupi un po’ il vantaggio, ridottosi a soltanto 3 punti. Ci si ferma sul 76 a 73.

Buttare via le partite condotte per buona parte del tempo è un po’ la tradizione del Mira, soprattutto nelle battute iniziali della stagione, e purtroppo è proprio questo il caso. Minuto dopo minuto, l’MBA dimostra di non esserci più fisicamente, sia in difesa, dove la uomo regge meno, lasciando passare un po’ tutti imperterriti, sia in attacco, dove si è meno precisi e si è costretti a forzare. Qualcuno, inoltre, dimostra di non esserci troppo neanche con la testa: il tecnico di Bertolin – che aveva fatto una ottima prestazione fino a quel momento ma che si scuserà con un obbligato buffet di pastine – arriva al momento sbagliato e regala dei tiri liberi inutili in un momento critico. Al di la di questo malus, comunque la squadra dimostra di non reggere più a sufficienza per portare a casa il risultato – complice una condizione ancora da aggiustare – e anche passare a zona negli ultimi minuti non serve a nulla. I 5 punti di distacco sono ormai irrecuperabili e a poco serve qualche fallo tattico sul finale. Si chiude con rammarico 79 a 75 per i Fever.

Dispiace per il risultato mancato per un soffio e per quanto di buono si era dimostrato nelle prime tre frazioni di gioco. Ciononostante, si tratta comunque di un ennesimo passo avanti: le alchimie iniziano a formarsi e la condizione migliora. Si tratta solo di insistere e attendere fiduciosi: la stagione è lunga.

Tabellino: Fedalto 22, Bertolin 14, Bobbo 12, Bozzato 9, Radolovich 6, Quiber 6,  Bertocco 4, Vettorello 1

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *