By

Nella morsa tentacolare

Notizie, Postgame

 

Terza sconfitta consecutiva per l’MBA, che anche questa volta si fa sfuggire una partita decisamente a portata di mano: gli Sguarattafolpi conquistano i 2 punti in classifica lasciando la formazione mirese ancora all’asciutto.

La formazione decisa da coach Fistarollo parte abbastanza bene difendendo a uomo, nonostante i precedenti esperimenti fossero tutti falliti miseramente. Non si lasciano troppi spazi e gli Sguarattafolpi faticano a entrare con facilità, e non hanno particolare fortuna da fuori salvo una tripla sul finale. Il Mira in attacco si muove discretamente, anche sei i primi 10 punti della partita vengono spartiti da soltanto due giocatori. In sostanziale equilibrio, termina 10 a 9 per gli ospiti il primo quarto.

Nel secondo tempo il Mira continua a resistere difensivamente, spendendo però molte energie, mentre in attacco si riesce a girarla un po’ meglio e creare un gioco più corale, con un tabellino distribuito. Si riesce anche a sfruttare un po’ la maggiore velocità in contropiede, ma troppo poco, e spesso con degli errori in grado di pregiudicare possibili facili canestri. La formazione di casa nel contempo dimostrava un gioco solido, con un buon giro di palla e dei movimenti intelligenti, cosa che gli avversari purtroppo faticavano a fare. L’MBA infatti troppo spesso creava caos vicino al portatore di palla con 3 o 4 giocatori ammucchiati in pochi metri (con difensori al seguito) e costringendo a tiri forzati. Nonostante questo handicap, il parziale è ancora a favore e si torna negli spogliatoi 25 a 22.

Nella ripresa si decide di passare a zona, per risparmiare un po’ di energie, ma si viene subito puniti con 3 triple clamorose (delle quali una anche un po’ fortunata) che distruggono quanto di buono fatto a quel momento. Ciononostante, non è che la difesa fosse malvagia complessivamente, pertanto sul finale del quarto si è riusciti a recuperare sotto quel profilo. Offensivamente invece, si riesce a segnare prevalentemente forzando qualche entrata, o trovando il solito Fedalto da sotto (ancora top scorer). Purtroppo i movimenti provati in allenamento ancora faticano a diventare realtà in partita, segno che la concentrazione mentale manca. Nonostante l’inizio negativo, il terzo tempo finisce in parità, 15 pari il parziale, e l’MBA mantiene il vantaggio di 3 punti accumulato.

Ancora una volta al momento decisivo: il Mira non dovrebbe fare altro che resistere strenuamente e difendere il vantaggio fino all’ultimo secondo, e invece lentamente si lascia scappare di mano una partita potenzialmente nelle sue mani. La difesa a uomo parte male, facendo 2 falli inutili in meno di 30 secondi, e di li avanti raggiungendo il bonus troppo presto. Ciononostante, in qualche modo, si riusciva a reggere, mentre in attacco forse si sono visti i maggiori limiti: complice la stanchezza, la freschezza mentale è venuta meno progressivamente, con troppe palle perse per la fretta e per la frenesia, e con Fedalto fuori – ingiustamente – per 5 falli, le soluzioni offensive si sono ridotte a molte forzature dalla dubbia riuscita. Come se non bastasse, anche difensivamente partono i primi errori e, proprio sul finale, chi difendeva sul numero 7 degli Sguarattafolpi sbaglia un po’ troppo e gli concede 8 punti di fila, dei quali 6 ai liberi, consacrando un parziale imbarazzante di 21 a 9 per la squadra di casa. Si chiude 58 a 49 una partita bene o male condotta per 30 minuti.

Anche questa volta purtroppo nonostante molte cose buone, si è vista crollare concentrazione e forma fisica proprio quando era il momento di tirare fuori la grinta giusta e chiudere il match. Un vero peccato, ma l’importante è perseverare con la coscienza di essere li vicini per diventare più competitivi e iniziare finalmente a vincere; del resto la stagione precedente era iniziata allo stesso modo con 5 sconfitte consecutive. Inutile piangere sul latte versato, tempo di pensare allo Spinea, che non dovrà avere vita facile.

Tabellino: Fedalto 19, Vettorello 13, Radolovich 8, Bozzato 7, Bertolin 2

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *