Inizio in salita

Sconfitta decisa per l’MBA, in una partita tutt’altro che avvincente contro il Mirano Black Soul.

Con una rosa ridotta causa carenza di certificati medici, e con l’assenza di Fedalto all’ultimo minuto per incidenti portuali, l’MBA arriva non al completo al primo appuntamento stagionale. Arrugginiti e impacciati sotto molti aspetti, i miresi iniziano timidamente la partita, dimostrando soprattutto in attacco alcune difficoltà a trovare i movimenti giusti, creando un po’ di caos; come se non bastasse, Cappellari si infortuna dopo pochi minuti, compromettendo la sua partecipazione per il resto della serata. Per fortuna i Black Soul sembrano altrettanto arrugginiti, e nonostante la loro presenza fisica mediamente superiore, è la squadra ospite che resta in vantaggio per tutto il primo quarto, portandosi anche su un parziale a dire il vero abbastanza ridicolo di 6 a 0 dopo 5 minuti. Non si conclude tanto meglio il quarto, con entrambe le formazioni imprecise e un punteggio finale da minibasket: 8 a 8.

Nel secondo quarto si tenta di creare qualcosa di più in attacco, provando anche lo schema che è stato visto e rivisto ad allenamento, ma i risultati sono imbarazzanti: errori continui nei blocchi e, quelle poche volte che riesce, viene fatto al rallenty vanificando ogni risultato. Fortuna vuole che la difesa dei Black Soul resti blanda sul centrale, che in 3 occasioni può tirare completamente libero – ma senza successo – elemento che porta all’altro grande problema della serata: le percentuali al tiro. Complice forse anche un pizzico di sfortuna, bisogna ammettere che la precisione balistica è stata a dir poco indecente, nonostante si riuscisse a ottenere dei buoni tiri, ma anche da liberi la palla in qualche modo veniva sputata fuori causando anche qualche frustrazione. Numerosi anche gli air ball, e se nel primo quarto al Mirano non era andata tanto meglio, nel secondo i palloni almeno a loro inziano ad entrare, e il distacco inizia a formarsi.  18 a 6 il parziale e 26 a 14 il punteggio.

Nella ripresa le cose non vanno meglio: continuano le percentuali ridicole, e anche la difesa, che fino a quel momento si era dimostrata dignitosa, inizia a scricchiolare quando si passa a zona 2-3, che concede troppo un po’ dappertutto mentre i Black Soul dilagano. Offensivamente persevera la carenza di posizioni consone e gli ultimi, vani, tentativi di sfruttare lo schema finiscono addirittura in uno sfondamento fischiato. Pian piano le squadre si allungano e il Mira inizia anche a soffrire la fisicità avversaria. Ancora un parziale negativo, 15 a 9, e 23 a 41 il punteggio.

Nell’ultimo quarto non si vede un buon basket, e non si aggiunge molto ad una partita ormai segnata. Si torna a uomo in difesa, migliorando il risultato da quel punto di vista, ma in attacco nessuno segna; si forza anche qualcosa di troppo senza guardare i compagni liberi, e questo non aggiunge niente di positivo ad un quadro già desolante. 51 a 28 il punteggio finale per i Black Soul.

 

Volendo fare una retrospettiva, si può probabilmente salvare la difesa che ha tenuto a sufficienza (dopotutto si sono concessi “solo” 51 punti), il problema resta offensivo, componente su cui si dovrà lavorare tantissimo in allenamento, sia per l’intensità che la posizione in campo. Ma non c’è tempo per curare le ferite, martedì i Bloopers aspettano l’MBA col coltello tra i denti.

 

Tabellino: Lazzarin 10, Mazzonetto 8, Cappellari 4, Radolovich 4, Barberini 2

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Connect with Facebook


*

© MBA – Mira Basket Amatori