Compatti fino alla fine

Ancora una volta a rosa ridotta tra varie problematiche di salute e non, il Mira affronta il Malcontenta nel suo gremito palazzetto, secondo a nessuno per coinvolgimento del pubblico e passione per questo sport.

Si parte subito forte, con un paio di canestri che sfruttano ingenuità difensive, dovute ad un Malcontanta troppo lento a prendere le misure. La 1-3-1 lascia qualche spazio sul fondo ed è li che si riesce a penetrare o piazzare qualche tiro, portandosi in vantaggio di qualche punto. Al buon attacco si alterna una discreta difesa a zona, decisa da un Parisi conscio delle possibili problematiche di ossigeno verso fine gara. 17 a 10 il quarto.

Nel secondo tempo il Malcontenta inizia a reagire andando a infastidire con del pressing le rimesse degli ospiti, spesso in difficoltà nel portare la palla al di là della metà campo, colpa anche della panchina corta a livello di guardie. Nonostante le palle perse, gli avversari non riescono ad approfittare delle occasioni risultando poco efficaci soprattutto dalla lunga distanza, forse anche grazie ai buoni movimenti della zona mirese. In sostanziale parità il quarto (17-16), e si torna negli spogliatoi con un +9 per l’MBA.

La ripresa inizia di nuovo sotto il segno dell’MBA, che riparte forte e piazza alcuni canestri in contropiede che aumentano il divario; peccato solo che – cosa comune a tutta la partita – spesso pur trovando buoni spazi per tirare non si riesca a capitalizzare come dovrebbe. Per fortuna il nervosismo degli avversari aiuta, e qualche tensione l’arbitro favorisce i tiri dalla lunetta e il parziale di 20 a 12 porta il Mira ad un passo dalla vittoria.

Nell’ultimo tempo le squadre si allungano, forse un po’ troppo, con un gioco confusionario che porta anche a dei coast to coast che poco aggiungono al gioco. Si fanno molti falli e si va molto in lunetta ma le percentuali della squadra di casa non saranno all’altezza di quelle degli ospiti, molto più precisa. Tuttavia il continuo e logorante pressing, unito ad una stanchezza che ormai si fa sentire pesantemente, permettono ai Lovers di recuperare qualche palla e segnare dei canestri facili: ingenuità che consentono di arrivare anche a -10 a 2/3 minuti dalla fine, sconvolgendo gli equilibri. Per fortuna la lucidità non viene meno e rallentando il gioco, e con qualche azione ragionata, si impedisce la rimonta e si chiude il match 75 a 62.

Ottima prestazione del Mira che continua a giocare un buon basket e dimostrare di esserci. Al di là di come andrà l’ultima – durissima – partita dell’anno contro i Punto G, sicuramente il girone di andata premia il buon lavoro svolto e l’impegno di tutti.

Tabellino: Lazzarin 18, Parisi 16, Frison 16, Manzoni 13, Radolovich 6, Fabris 4, Marin 2

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Connect with Facebook


*

© MBA – Mira Basket Amatori