Nonostante la crisi, i precari vincono all’overtime

 

Torna il grande basket targato MBA, e purtroppo tornano anche le sconfitte, sebbene si possa dire che perdere sul tiro finale da 3 punti all’overtime faccia parte del gioco.

Il match assume fin da subito connotati di estremo equilibrio tra le parti, e questo caratterizzer? di fatto tutta la partita, fino alle battute finali. Il primo quarto, che si concluder? 19 a 18 per la formazione di casa, vede un leggero vantaggio offensivo per l’MBA, che nonostante la solita disorganizzazione in campo, riesce in molti momenti ad essere efficace sotto canestro e la difesa aggressiva recupera qualche pallone.

Una buona politica dei cambi permette di conservare energie e di guardare con serenit? al secondo quarto, in cui la maggior precisione al tiro e la capacit? di limitare il potenziale balistico avversario, unite ad un solido comparto in area, riescono a regalare un vantaggio di tutto rispetto, 38 a 33, e la coscienza, ancora una volta, di poter portare a casa il risultato.

La ripresa inizia fin troppo bene, e l’MBA raggiunge anche il suo maggior vantaggio, un +10 in un momento d’oro in cui entrava praticamente tutto, poi vanificato da qualche forzatura di troppo e qualche fallo regalato, che tra l’altro manda in panchina prematuramente chi avrebbe potuto dare un buon apporto sul finale. Finisce 55 a 51 il terzo quarto, e ci si prepara alle battute finali.

Nell’ultimo tempo purtroppo, si soffre un po’ la stanchezza e un po’ l’aggressivit? dei precari, decisi in tutto e per tutto a non mollare fino alla fine, ed ? proprio negli ultimi minuti che riescono a recuperare strenuamente quei maledetti 4 punti che li separavano dalla formazione di casa, complice qualche errore di troppo, un paio di tiri forzati e delle palle perse sul pressing difensivo. Finisce in parit?, 73 a 73, e si va per la prima volta ai supplementari.

L’overtime parte male, con un paio di tiri evitabili e relativo canestro degli avversari. Nonostante questo, si arranca rispondendo colpo su colpo ma il distacco ? sempre li, quei 2 o 3 punti che non si riesce ad eliminare. Si sbagliano anche molti tiri liberi, finch? non si arriva sul -3 a 6 secondi dalla fine, timeout chiamato all’istante e rimessa da met? campo. La palla arriva a chi doveva, ma non si riesce a replicare la magia che Fisher aveva fatto coi Lakers la sera prima, e il match termina 85 a 82 per gli ospiti.

Grosso rammarico perch? l’inizio del girone di ritorno poteva iniziare con dei festeggiamenti, ma almeno si vede continua crescita. Forza e coraggio, MBA, la strada ? lunga!

Tabellino: Ferrarese 21, Lazzarin 21, Fedalto 18, Radolovich 8, Salmasi 6,?Mazzonetto 4, Cazzuffi 2, Frison 2


2 Responses

  1. Daniele ha detto:

    Complimenti ai giocatori del Mira! C’han fatto veramente sudare questa vittoria!
    Bravi a tutti, siete cresciuti molto.
    Daniele – Precari

  2. Stefano Radolovich ha detto:

    Hehe… grazie!! Peccato ce l’avevamo quasi fatta, comunque complimenti e ci vediamo ai playoff!! 😉

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Connect with Facebook


*

© MBA – Mira Basket Amatori